Invece di litigare o tacere per quieto vivere. Prova con il MESSAGGIO IO

pubblicato in: Counseling | 0

“Guarda che disastro, lasci tutto in disordine, mi fai sempre arrabbiare.”
“Ti sei dimenticato di passare in lavanderia, sei il solito. Devo pensare sempre a tutto io.”
“Se dici un’altra volta questa parola ti porto a casa.”

Ti ricordano qualcosa???

Ci sono vari errori di comunicazione in questa frasi, che vanno dal generalizzare (sempre, mai…), al deviare dalla situazione specifica (devo pensare sempre a tutto io), allo scaricare sugli altri la responsabilità di ciò che proviamo (mi fai arrabbiare).
Il risultato sarà che l’altra persona si offenderà, si arrabbierà, si dovrà difendere e comunque smetterà di ascoltarci.

Proviamo a cambiarle con il MESSAGGIO IO

“Quando tu lasci i piatti da lavare, mi sento costretta a lavarli per poter mangiare, questo mi fa sentire frustrata perché durante la mia pausa pranzo così non posso riposarmi quanto vorrei, per questo desidererei che tu lavassi le cose che usi quando le usi.”
“Quando tu dimentichi qualcosa che riguarda l’organizzazione domestica, io mi sento arrabbiata, perché dobbiamo riprogrammare le attività. Vorrei che tu facessi in modo di non dimenticarti”
“Quando tu dici questa brutta parola, io mi dispiaccio tanto, perché è una parola che serve per offendere le persone. A me piace passare il tempo e giocare con chi mi dice parole belle e affettuose.”

Com’è fatto il MESSAGGIO IO?

Innanzi tutto descrivi la situazione
QUANDO…………………………..
Poi di’ come ti senti (arrabbiat*, impaurit*, offes*, triste….)
IO MI SENTO…………………………..
Esprimi il motivo del tuo disagio
PERCHÉ…………………………..
Infine di’ che cosa vorresti che succedesse o cambiasse
VORREI …………………………..

Cosa cambia con il MESSAGGIO IO?
L’interlocutore non si sentirà né colpevolizzato, né giudicato e in questo modo potrà ascoltare i tuoi bisogni, ragionando sulle conseguenze a cui portano le sue azioni.
Utilizzare la tecnica del MESSAGGIO IO è indispensabile quando si attraversa una situazione di difficoltà dettata dall’atteggiamento di un’altra persona. Ti svelo un segreto ;) il vantaggio del MESSAGGIO IO è che praticamente non ammette repliche, perché non è possibile contestare come ti senti, le tue emozioni, i tuoi bisogni.

Lo so che penserai che è troppo lungo, complicato e che quando ti arrabbi non puoi stare a ragionare su tutte queste “formule”. Non mi credere sulla parola. Prova!

Il MESSAGGIO IO è stato teorizzato da Thomas Gordon, il suo testo più famoso è Genitori efficaci. Educare figli responsabili.

Condividi su: