Empatia

pubblicato in: Counseling | 0

L’empatia è entrare nel mondo dell’altro senza pregiudizi, vedere le cose dal suo punto di vista, riconoscere i suoi sentimenti e sapergli comunicare tutto questo.
È una competenza che si sviluppa dalla nascita, infatti i bambini sono turbati dal pianto degli altri bambini e imparano subito a sintonizzarsi con i gesti e gli sguardi gettando così le basi della loro capacità empatica.
Il linguaggio delle emozioni è per più del 90 % non verbale*. La chiave per riconoscere i sentimenti degli altri è infatti quella di imparare a fare attenzione ai piccoli cambiamenti nel tono di voce, nello sguardo o nella postura, cosa che normalmente avviene in modo inconscio.
La prima cosa da fare per imparare a riconoscere gli stati emotivi altrui è raggiungere una certa consapevolezza delle proprie emozioni e stati d’animo, ascoltarsi, osservarsi da dentro. Ci si può allenare in questo: una volta al giorno potresti chiederti come stai e risponderti accuratamente, dopo aver ascoltato il tuo respiro, il battito cardiaco, la pancia, le gambe…
Come tutte le capacità, l’empatia viene appresa prima di tutto dai genitori. Quando un genitore non mostra empatia verso un certo tipo di emozione del bambino, per esempio il pianto o la rabbia, il bambino inibisce questa emozione evitando di esprimerla. In questo modo alcune emozioni vengono represse, cancellate dal proprio repertorio. Si può rimediare a questi danni fino all’età adulta con relazioni riparative, anche il counseling può avere questa funzione, accogliendo tutti i tuoi stati d’animo, senza giudizio e facendoti sperimentare una sintonia nuova.

*Goleman D., Intelligenza emotiva, BUR, 2011

Empatia è dire a qualcuno: “sto cercando di essere un compagno nella tua ricerca e nella tua esplorazione.
Voglio sapere, sono con te?
È questo il modo in cui tu la vedi?
È questo che stai cercando di esprimere?
È questo il significato che ha per te?”

In questo senso dico: “sto camminando con te passo dopo passo e voglio essere sicuro di essere con te. Sono con te?”

Questo è un po’ quello che ho capito dell’empatia.

Carl Rogers

Questo video spiega bene cosa è l’empatia e la differenza che c’è con la simpatia.

Immagine di copertina libera da copyright con licenza Creative Commons CC0 – Pixabay

Condividi su: