ATTRAVERSARE IL DOLORE DELLA PERDITA

pubblicato in: Counseling | 0

La vita è un fluire di cambiamenti e le perdite fanno parte della vita. Quando stai male non ti serve qualcuno che ti dica che dalle perdite si può imparare e che sono opportunità di crescita, anche se è vero…

Nella mia esperienza un primo periodo di “anestesia”, mesi in cui sembra quasi di non sentire niente, è seguito da un periodo di dolore. Credo che il dolore si faccia sentire quando si è pronti per poterlo sopportare, piano piano diventa sempre più forte e poi sempre meno. Oggi il dolore per la perdita più grande (quella della mia mamma) mi fa compagnia, è una presenza dolce della quale non vorrei fare a meno.

Lasciati attraversare.

È importante concedersi di provare dolore, rabbia o quello che c’è…

I sentimenti non fanno sconti a nessuno, più cerchi di ignorarli o sopprimerli e più diventano potenti, fino a travolgerti.

Attraversa il tuo dolore come se fosse un viaggio, un passo alla volta, ascoltandoti e sentendo quello che c’è da sentire.

Lo depotenzierai solo attraversandolo.

Datti il tempo.

Non cercare di velocizzare la cicatrizzazione, non si può. Non ti fare violenza, rispetta i tuoi bisogni, il tempo che ci metti è il tuo tempo.

Non cercare di controllare tutto.

Quando subisci una perdita ti rendi conto che alcune cose non possono essere controllate e questo non puoi far altro che accettarlo.

Ci sono molti modi per imparare a vivere il più possibile nel presente diminuendo l’ansia del futuro o il rimpianto del passato: fare esercizio fisico, perderti in un’attività che ti piace, stare nella natura… ognuno ha il suo modo.

Chiedi aiuto e mostra la tua vulnerabilità.

Non c’è bisogno di far vedere quanto sei forte. Non vincerai niente, sai? Le persone che ti vogliono bene hanno piacere di poter fare qualcosa se glielo permetti.

Ci sono cose che per fortuna si dimenticano.

Dopo una grave perdita ti sembra di saper dare importanza alle cose gravi e di non preoccuparti più delle stupidaggini. Questo non dura. A un certo punto ti accorgerai che ti preoccupi di nuovo per il rubinetto che perde.

Photo by Eric Ward on Unsplash

Condividi su: