8 consigli per affrontare lo STRESS DA STUDIO

  1. FAI UN PIANO

Usando un’applicazione calendario, pianifica la tua settimana – le ore di lezione, le ore di studio, ecc. Indica anche gli impegni che non riesci a rispettare, se scrivi: “studiare dalla ore 8 alle ore 13” e poi non lo fai, lascialo scritto nel calendario, magari con un colore diverso che indichi che non hai studiato, questo ti aiuta ad avere un quadro reale delle tue giornate.
La gestione del tempo non è una scienza esatta. Ci sono persone che dividono i giorni di studio per un esame indicando anche le pagine da fare e nel conteggio dei giorni computano gli imprevisti e i giorni di decompressione. Altre persone studiano veramente solo alla fine, quando sentono la pressione dell’esame. Non c’è un metodo giusto e uno sbagliato, trova il tuo!

  1. PENDITI UN PAIO DI GIORNI OFF

Puoi farlo! Avrai provato la sensazione di stare sui libri senza studiare, leggere e rileggere la stessa pagina decine volte. Avrai provato anche la sensazione di studiare solo poche ore ma sentirti davvero produttivo e concentrato. Il tempo dello studio è un tempo particolare. Se senti di aver bisogno di una pausa, semplicemente. Prenditela…

  1. FAI VITA SOCIALE

Si potrebbe pensare che gli studenti che hanno un percorso di studi più fluido siano quelli che si chiudono in casa o in biblioteca e escono dopo cinque anni. Non è così.
Molte volte, chiudersi in casa è una punizione autoinflitta perché lo studio non va come vorresti e può diventare una trappola . Se vedi che non sta funzionando, fai qualcosa di diverso. Esci con gli amici, fai volontariato, fai vita associativa, fai lo studente tutor, fai un lavoretto.
Inizia con cose semplici, come prenderti un caffè con la tua coinquilina.

  1. PRENDITI DELLE PAUSE E FAI QUALCOSA CHE TI PIACE

Leggi qualcosa che non abbia a che fare direttamente con i tuoi studi, fai un videogioco. Ricorda che le pause devono essere piacevoli, calcolate e circoscritte e sono fondamentali per ritrovare la concentrazione.

  1. METTI IL TELEFONO IN UN’ALTRA STANZA

È ormai dimostrato che la presenza di smartphone in uno spazio di studio può ridurre l’apprendimento, il ragionamento logico, il pensiero astratto, la risoluzione dei problemi e le abilità creative. Non basta girarlo o metterlo nello zaino, prima di metterti a studiare saluta la mamma e spegni.
Se non riesci a fare subito questa cosa, prova a metterlo nel cassetto per 5 minuti, il giorno dopo per 10 minuti e così via, controllando i tuoi progressi.

  1. L’ANSIA È UN CARBURANTE

Ricordati che l’ansia è anche la benzina che ti fa preparare al meglio. Non la combattere, prendi solo quella che ti serve per studiare. Se ti senti sopraffatto dall’ansia, chiedi aiuto! (puoi cominciare dal servizio di ascolto della tua università).

  1. PARLA CON UN TUTOR

Tutte le università hanno studenti tutor che ti possono aiutare nello studio, per definire il tuo piano di studi, per orientarti e chiarire dubbi.

  1. TROVA IL TUO METODO

– preferisci prendere appunti a mano o al computer?
– riassumi quello che leggi o ti piace sottolineare?
– studi a casa o in biblioteca?
– studi solo o in gruppo?
– studi con la musica o preferisci non avere distrazioni?

ABBI FIDUCIA NEL TUO METODO

Condividi su: